Transcription

K5 International presentain associazione con K5 Film e Palmstar Media Capitalun film di Bille AugustStudio Hamburg Filmproduktion e C-FILMS AG (Switzerland), in coproduzione conCinemate SA, C-Films (Deutschland) GmbH e TMG Tele München Group, Swisstelevision SRF e Teleclub AG, in cooperazione con ZDFTreno di notte per LisbonaJeremy Irons, Mélanie Laurent, Jack Huston, Martina Gedeck, Tom Courtenay, AugustDiehl, Bruno Ganz, Lena Olin e Christopher Lee e Charlotte RamplingSceneggiatura di: Greg Latter e Ulrich HerrmannTratto dal Bestseller internazionale di Pascal MercierProduttori Esecutivi/Vendite Internazionali: Oliver Simon, Daniel Baur, Eric Fischer, Kevin FrakesProduttori Associati: Michael Lehmann, Michael SteigerCoproduttori: Benjamin Seikel, Ana Costa, Paulo Trancoso, Dr. Herbert KloiberProduttori: Peter Reichenbach, Günther Russ, Kerstin RamckeDistribuzioneUfficio Stampa FilmWay to Blue - Paola Papi - 39 338-2385838 - [email protected]

Cast ArtisticoRaimund Gregorius . Jeremy IronsEstefania giovane . Mélanie LaurentAmadeu de Prado Jack HustonMariana . Martina GedeckJoao Eca . Tom CourtenayJorge O'Kelly . August DiehlJorge O'Kelly (anziano) . Bruno GanzEstefania (più grande) . Lena OlinAdriana . Beatriz BatardaJoao Eca . Marco D'AlmeidaPadre Bartolomeu . Christopher LeeAdriana (anziana) . Charlotte RamplingDa Silva . Nicolau BreynerClotilde . Jane ThorneClotilde (giovane) . Ana Lúcia PalminhaMr Kägi . Hanspeter Müller-DrossaartCast TecnicoRegia . Bille AugustSceneggiatura . Greg Latter, Ulrich HerrmannProduttori . Peter Reichenbach, C-Films AGGünther Russ, Kerstin Ramcke, Studio Hamburg FilmProduktion GmbHCoproduttori . Benjamin Seikel, C-Films (Deutschland)Ana Costa, Paulo Trancoso, Cinemate SA - Dr. Herbert Kloiber, Tele München Gruppe (TMG)Produttori Associati . Michael Lehmann, Studio HamburgFilmProduktion GmbH - Michael Steiger, C-Films AGCasting Jeremy ZimmermannFotografia . . Filip ZumbrunnMusiche . Annette FocksMontaggio . Hansjörg WeissbrichScenografie . Augusto MayerCostumi Monika JacobsTrucco . Jekaterina Oertl, Linda DeVetta1 aiuto regista . Guy TraversOrganizzatore Generale . Dieter StempnierwskyKey Controller . Birgit MangoldRiprese effettuate dall’11 marzo al 4 maggio 2012a Berna, Lisbona e dintorniCoproduzione: Germania, Svizzera, Portogallo2012 / Formato: 1:1,85 / Colore / 110 Min. / Dolby SR /SRD

SinossiLa vita di Raimund Gregorius è ben organizzata, ma monotona e prevedibile. Il 57enneprofessore di latino vive in un piccolo appartamento a Berna, ogni giorno si reca a scuola doveinsegna una materia che suscita poco interesse negli studenti, la sera, non potendo dormire,gioca da solo a scacchi. Il giorno che cambierà per sempre la sua vita inizia come qualsiasialtro.Mentre Raimund attraversa il ponte che lo conduce a scuola vede una giovane donna con uncappotto di pelle rossa che si sta per gettare nel fiume. Le salva la vita, ed inconsapevolmente,lei salva la sua. Lei lo accompagna a scuola. Lungo la strada lui le chiede se avesse realizzato cheavrebbe potuto cambiare la sua vita in un solo istante.Quando l’enigmatica giovane donna dimentica il soprabito in classe, Raimund, sotto l’occhiostupito dei suoi alunni, l’afferra e le corre dietro. Non riesce a trovarla, ma nella tasca trova unlibro e un biglietto del treno per Lisbona. Arriva alla stazione appena prima che il treno parta. Ladonna è introvabile e, inspiegabilmente, all’ultimo momento, Raimund sale sul treno.Nel viaggio inizia a leggere il libro appena trovato, un profondo lavoro di Amadeu Prado, undottore portoghese, rivoluzionario e filosofo.“Se così fosse, che viviamo solo una piccola parte della nostra vita, cosa succede al resto?”Arrivato a Lisbona Raiumund è impaziente di conoscere l’uomo le cui parole lo hanno toccatocosí profondamente. Ma Amadeu è morto da tempo e Raiumund decide di cercare l’anzianasorella di Amadeus e i suoi colleghi. Come un detective ossessionato da un caso, Raimundmette insieme un’intrigante storia di amicizia e relazioni familiari, di oppressione e voglia dirivoluzione, di lealtà e tradimento, amore e gelosia, sullo sfondo del brutale regime fascista diSalazar dei primi anni ’70. Amadeus intellettuale brillante e con una profonda visione sullanatura della vita, dà agli eventi uno spessore ed una profondità che va al di là del racconto.Raimund conosce Mariana Aca, un’oculista che gli presenta suo zio che conobbe Amadeudurante la Resistenza, e che potrebbe aiutare Raimund nelle indagini. Mariana porta alla luceun nuovo aspetto di Raimund, aiutandolo ad avere una visione più chiara, sia letteralmente chefigurativamente. Con il tempo tra Raimund e Mariana nasce una storia d’amore.Alla fine i due partono per la Spagna per incontrare Estefania, la donna amata da Amadeu cheavrebbe potuto aiutarli a ricostruire i pezzi mancanti della storia.Nell’esplorare la vita di Amadeu, Raimund aveva esteso la conoscenza alla sua vita. Al momentodi prendere il treno notturno da Lisbona, Raimund si trova a fare i conti con la domanda che eglistesso aveva posto alla giovane donna a cui aveva salvato la vita. Hai realizzato di potercambiare la tua vita in un istante?

Il RomanzoIl romanzo Treno di notte per Lisbona di Pascal Mercier pubblicato in Italia da Mondadori nellacollana Oscar Contemporanea, è uno dei romanzi tedeschi di maggior successo degli ultimianni. Solamente in Germania ha venduto quasi 2 milioni di copie.Ha vinto diversi premi, compreso il premio italiano Grinzane Cavour come miglior librostraniero nel 2006 e il Marie Luise Kaschnitz in Germania. Treno di notte per Lisbona è statotradotto in 15 lingue e venduto in più di 30 paesi.“Quando ho visto il film, con lo schermo che rispecchiava le immagini che avevo pensato, è stataun’esperienza ipnotica e potente. Durante la prima scena ho perso il contatto con la realtà e allafine è stato difficile riprenderlo. Il film permette di distaccarsi dalla quotidianità ed entrare inuna nuova dimensione. La storia si evolve utilizzando immagini di immensa bellezza e forzapoetica che trasportano il pubblico lontano dal Portogallo, in un tempo irreale. La trama del filme del romanzo non sono esattamente coincidenti, questo è dovuto alla differenza dei rispettivimezzi. Ad ogni modo, il film rispetta la traccia psicologica e la profondità dei personaggi cosìcome la natura del dramma. Seguendo lo stile del romanzo, Bille August ha ricreato unapellicola psicologica, che tratta le questioni universali dell’esistenza. Sentiamo Gregorius leggerea voce alta gli scritti del dottore e poeta portoghese. E non vorresti che la voce di Jeremy Ironssmettesse. Infatti non vorresti che il film finisse. Una volta finito e tornate le luci in sala, la primacosa che ho detto è stata: “quando posso vederlo di nuovo?”Pascal Mercier autore del romanzo “Treno di note per Lisbona”“Treno di notte per Lisbona è un eccezionale thriller psicologico. Parla di un viaggio, ma perquel che mi riguarda è principalmente il viaggio di un uomo, che non si aspetta ormai moltodalla vita e che per caso incontra qualcuno e viene proiettato in una nuova realtà di vitaattraverso la quale scopre un nuovo significato nella vita e una nuova speranza per il futuro. Ilnocciolo del film risiede nella scena d’apertura, quando il protagonista chiede alla donna, chesalva dal suicidio: “Hai realizzato che avresti potuto cambiare la tua vita in un istante?”Ironicamente, anche il protagonista deve imparare ad interiorizzare lo stesso principio per sèstesso. L’assurdità della condizione umana - essere in grado di esprimere una verità cosìgenuina, ma non essere in grado di viverla - mi ha sempre affascinato. Non sto giudicando, locomprendo. Cerco di far affrontare al pubblico questa discrepanza della natura umana senzalasciarlo solo nel trattare la tragedia che in essa risiede. Spero che anche loro riescano a trovareuna strada per cambiare le loro vite in meglio.”Bille August

Intervista con Bille AugustCome è nato il progetto?Ho sempre amato il romanzo - l’ho letto sette anni fa quando uscì. Raffigura un’atmosferaspeciale. Quando Studio Hamburg mi ha offerto di dirigere il film, ho accettatoimmediatamente. Sapevo che mi sarebbe piaciuto trasformare l’atmosfera descritta nel libro inun film.Come hai tradotto gli elementi letterari e filosofici del libro nel linguaggio cinematografico?Il film è un mezzo emozionale mentre i libri sono un mezzo intellettuale, il nostro personaggioprincipale Raimund Gregorius ha la funzione di ponte per le due realtà. E’ una persona moltointroversa, non gli piace essere circondato da persone, l’unico contatto che ha è quello con isuoi studenti. Ma poi incontra una giovane donna su un ponte, viene a conoscenza del libro chelo porterà ad intraprende il viaggio per Lisbona dove scopre un nuovo mondo. Si imbarca in unviaggio e impara qualcosa su sé stesso. La sua evoluzione è riflessa negli incontri con le altrepersone.Girare il film è stato simile a un viaggio?Sì, ogni giorno si sviluppava in maniera differente. A volte andavi sul set con un certopregiudizio sulla scena. E durante le riprese realizzavi che avevi torto. Quando la sera controlli ilmateriale non sviluppi solo un sentimento nei confronti del film, ma puoi anche fare dellecorrezioni. Inoltre, gli attori ti consentono di vedere le cose da una prospettiva diversa. Girareun film è un processo continuo, proprio come un viaggio.Ci sono diversi stili per i vari periodi?No, penso sia un clichè. Al giorno d’oggi l’audience è abbastanza istruita; non ha bisogno diimmagini desaturate o monocrome per realizzare che qualcosa è collocato nel passato.Esattamente come in “The Hours” che ritengo un film eccellente; saltiamo semplicemente neidifferenti periodi di tempo. Nel “Padrino”, uno dei miei film preferiti, ci sono molti flashback, esono tutti fatti con lo stesso stile. Treno di Notte per Lisbona fondamentalmente racconta unasingola storia con una specifica atmosfera.Come è stato tornare a Lisbona 20 anni dopo aver girato “La Casa degli Spiriti”?Bellissimo. La grande differenza è che allora per il film, Lisbona fingeva di essere il Cile e questavolta la città di Lisbona gioca un ruolo centrale, come suggerisce il titolo. Mostriamo le parti piùinteressanti della città, e abbiamo fatto grandi scoperte oltre le grandi attrazioni turistiche. Lacittà non è cosi incisiva dal punto di vista cinematografico come altre grandi città. La gente quiha un fascino innocente.Come è cambiato il tuo stile negli ultimi anni?Si impara dall’esperienza, ora sono molto più economico, anche quando si tratta di finanze.

Hai pensato di ingaggiare fin dall’inizio Jeremy Irons, tuo protagonista ne “La Casa degliSpiriti”, nel ruolo principale?Sì, dall’inizio. Non avevamo solo bisogno di un attore eccellente, ma anche di qualcuno chepotesse recitare in maniera convincente il ruolo di un professore universitario, che irradiasseintelligenza, qualcuno di versatile e che fosse ovviamente noto. Gli abbiamo inviato il copione, edue giorni dopo ha accettato.Il resto del cast anche quello che recita in ruoli minori è impressionante. Cosa ha convinto gliattori?Il libro aveva veramente molti personaggi secondari abbaglianti e ben scritti, cosa che per gliattori può rappresentare una sfida. E naturalmente volevano lavorare con un certo regista. E’una questione di fiducia, gli attori sono esseri vulnerabili. Quando si fidano di te, puoi farequello che vuoi con loro, esigere molto da loro.Un attore ha bisogno di fiducia, di cosa ha bisogno un regista?La sensazione che il suo film al momento sia la storia più importante da raccontare. Se unregista riesce a dare ad ogni spettatore la sensazione che un segreto sta per essergli sussurratonelle orecchie, allora avviene la magia. E questo prodotto ha il potenziale per fare esattamentequesto.Intervista con Jeremy IronsCosa deve avere una parte per convincerti?In realtà non molto. In realtà cerco solo un personaggio interessante e il regista deve esserequalcuno con cui si vuole lavorare.Hai detto di aver accettato immediatamente di girare Treno di Notte per Lisbona?Sì, prima ancora di aver letto il romanzo. Mi piaceva il copione e sapevo che avremmo girato aLisbona. Ero stato lì 20 anni fa per “La Casa degli Spiriti” e mi era piaciuto. Non ho potutoresistere. Inoltre Treno di Notte per Lisbona è un film molto insolito, senza esplosioni, uno diquei film per cui oggi non si spendono